Posting of Workers: European Parliament approved a new directive

Il 29 Maggio 2018 il Parlamento Europeo ha approvato una  nuova Direttiva sul distacco dei lavoratori nell’ambito di prestazioni temporanee di servizio all’interno dell’Unione Europea. La nuova Direttiva affronta tematiche che non erano state toccate dalla precedente Direttiva 2014/67/UE, e introduce alcune novità:

  • Retribuzione: la nuova Direttiva stabilisce che, per tutti i lavoratori distaccati, si attuino le norme retributive del Paese Ospitante. Inoltre, la nuova Direttiva impone l’applicazione dei contratti collettivi regionali e settoriali, qualora rappresentativi, fino a questo momento messi in atto solo nel settore della costruzione;

 

  • Durata del Distacco: Il Distacco può durare fino a 12 mesi, con un prolungamento di 6 mesi. Al termine del periodo, il lavoratore Distaccato sarà automaticamente soggetto all’intera normativa sul lavoro del Paese Ospitante;

 

  • Protezione contro le frodi: la nuova Direttiva impone, in caso di Distacco fraudolento, la cooperazione tra gli Stati Membri per garantire la tutela del lavoratore distaccato;

 

  • Trasporto internazionale su ruota: Per il settore dei trasporti resta valida la Direttiva sui distacchi del 1996, fino all’approvazione di una legislatura specifica per il settore.

 

In seguito all’entrata in vigore della nuova direttiva, gli stati membri dell’Unione Europea hanno a disposizione due anni di tempo per recepire le norme introdotte nella legislazione nazionale.

 

 

On 29th  May 2018, The European Parliament approved a new directive regulating the posting of workers in the framework of temporary provision of services, within the European Union. The new Directive concerns issues that have never been tackled so far by the Directive 2016/67/EU, and introduces some news:

  • Remuneration: the new Directive establishes that the remuneration policy of the Host Country applies for all the posted workers. Moreover, the new Directive imposes the application of both sectoral and regional collective agreements, when widely relevant, so far applied only in the construction sector;

 

  • Period of posting: The Posting can last up to 12 months, and can be prolonged up to 6 months, after which, the posted worker will automatically be subject to the legislation of the Host Country;

 

 

  • Protection against fraud: In case of fraud, the new Directive establishes that the Member States cooperate in order to guarantee the safeguard of the posted worker;

 

  • International transport: 1996 Directive is still valid for the transport sector, until the entry in force of a legislation specific for the transport sector.

 

After the entry in force of the Directive, the Member States will have two years of time at their disposal to transpose the provisions into their national legislation.

 

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.